RAMBLER ovvero VAGABONDI DI DIRITTO
di Peter Beales (da The Garden, giugno 2004)

traduzione Mariangela Barbiero


Per i giardinieri che amano avere le rose in contesti rilassati e informali, i rambler sono ideali, perché facili e in grado di creare effetti spettacolari. Peter Beales fa una scelta tra i più validi.


I rambler sono ormai da molto tempo con noi, ma fu solo al torno del XX secolo che si ampliò la loro gamma di colori, grazie all'ibridazione con le nuove rose arbustive (ibridi di tè). E furono la leggendaria plantswoman Gertrude Jekyll e il garden designer Edward Mawley che indicarono nuovi modi di usarli, su strutture come archi e graticci, nel loro libro 'Roses for English Gardens' pubblicato nel 1903.

Ramblers e scramblers (girovaghi e arrampicatori) Rosa 'Gardenia'

Anche se il termine 'rambler' (vagabondo) è ufficialmente accettato per designare un sottogruppo nella classificazione della rosa, mi piace usare anche il termine non ufficiale 'scrambler' (arrampicatore), come più adatto a descrivere le specie e le cultivar più vigorose e avventurose, in particolare quelle che scalano alberi e ricoprono brutti manufatti.

Anche se la suddivisione è aperta a cambiamenti, rambler e scrambler appartengono grosso modo ai tre seguenti gruppi:
- cultivar derivate da Rosa multiflora, che in genere fioriscono a inizio di estate;
- quelle derivate da Rosa wichurana, per lo più in fiore a metà estate;
- un terzo gruppo con progenitori di diversissime origini e con periodi di fioritura molto variabili.

Rambler da Rosa multiflora

Rosa 'Laure Davoust'Uno degli ibridi più vecchi di Rosa multiflora è R.'Laure Davoust'(1843). Questo rambler frondoso e flessibile ha poche spine ed è facile da guidare. Le sue fragranti corolle a grappolo sono di un tenero lilla-lavanda che invecchiando passa al bianco-rosato e compaiono da inizio a mezza stagione. Ogni rosellina ha la forma di un piumino da cipria.
Rosa 'Rambling Rector' è un vero e proprio scrambler, 'arrampicatore'. Documentato per la prima volta nel 1913, è certamente molto più vecchio e la sua provenienza si perde nelle nebbie del tempo. Questa rosa sembra essere preda di una spinta incontrollabile a farsi strada tra i rami degli alberi o ad avvolgere in un manto bianco-crema ogni struttura che incontra nel suo percorso. I suoi fiori profumati, semidoppi, sono seguiti in autunno da unamassa di piccole bacche rosso-arancio.
Un altro rambler profumato derivato da Rosa multiflora è R. 'La Ghirlanda' (1835), cheproduce grappoli di fiori bianco-crema a metà giugno. Lievemente meno vigorosa di R. 'Rambling Rector', ama anch'essa scalare e coprire ogni ostacolo. Rosa 'White Flight'' (sin. 'Astra Desmond) ha gli stessi istinti arrampicatori delle due rose precedenti. A metà estate produce una cascata di grappoli di fiori bianchi semidoppi, sottilmente venati di verde, che invecchiando passano a un bianco-panna.
Spesso presente nei vecchi cottage gardens, R. 'Blush Rambler' è del 1903. I suoi fiori leggermente profumati si presentano in grandi grappoli di un tenero rosa-lilla con corolle semidoppie. Relativamente senza spine, è ideale per archi, graticci e gazebi. Rosa 'Bleu Magenta'
Un rambler del 1907 che arriva a circa 2,5 m, profumato e anch'esso quasi senza spine, è la Rosa 'Goldfinch': i fiori semidoppi giallo brillante passano al giallo-primula e scolorano definitivamente al crema, appassendo. Ogni corolla ha stami giallo dorato che aggiungono vivacità allo spettacolo complessivo.
Diversamente dalla maggior parte dei rambler, R. ' Ghislaine de Feligonde' (1916) è più o meno continuamente in fiore durante tutta l'estate. È tra i rambler uno dei meno tentacolari e ha poche spine. I suoi fiori profumati, da semidoppi a doppi, prodotti in grandi grappoli penduli, sono di color albicocca alla schiusura e invecchiando diventano color crema.
Un altro ibrido di Rosa multiflora è R. 'Bleu Magenta' (c. 1900), a fiori profumati moltodoppi che variano dal magenta scuro ombreggiato di porpora al grigio argenteo. I fiori della molto simile R. 'Rose-MarieViaud' (1924) sono un po' più doppi e un po' più porpora. Tuttavia questa rosa può essere suscettibile all'oidio.
Tra i rambler 'blu' probabilmente il più noto è la profumata, semidoppia, vigorosa R. Rosa 'Mannington Mauve Rambler'Veilchenblau' del 1909. Con R. 'Mannington Mauve Rambler', il più recente, formano un quartetto di rambler "blu". Si tratta di uno sport di R. 'La Ghirlanda' trovata a Mannington Hall, Norfolk settentrionale, nel 2001. Tutti questi rambler nelle sfumature del malva e del porpora sono superbi quando duettano con rambler o scrambler nei colori del bianco, del crema o del giallo tenero. Io ne pianterei insieme uno di ciascuno dei due tipo di colore a distanza di una decina di centimetri.

Rambler di Rosa wichurana

Gli ibridi di Rosa wichurana di solito fioriscono un po' più tardi rispetto agli altri, emulando la specie stessa, la cui stagione di fioritura va dalla fine di giugno a metà luglio. La Rosa wichurana, a fiore semplice bianco puro e fogliame lucente, arriva a circa 5 m in altezza e a 3 m in larghezza, ed è molto indicata per il giardino naturale e per le zone di collegamento con la campagna circostante,
Uno delle cultivar più famose è l'onnipresente R. 'Dorothy Perkins' (1901). I suoi piccoli fiori rosa, quasi completamente doppi ricoprono del tutto la pianta da metà giugno fino a luglio inoltrato. Possono essere seguiti da una botta di oidio, ma l'anno successivo 'la vecchia cara Dorothy' sarà spettacolare come sempre.
Simili a R. 'Dorothy Perkins' sono R. 'Excelsa' (1909), con fiori che variano dal rosso scuro al cremisi e R. 'Minnehaha' (1905), a fiori rosa.
La bella e praticamente esente da malattie R. 'Emily Gray' (1918) ha grandi fiori semidoppi dolcemente profumati. Dai boccioli dorati si schiudono fiori giallo brillante che passano poi al giallo-primula. Un bonus speciale è il ricco e lucido fogliame verde bronzo. Rosa 'Emily Gray'
Degna di menzione non foss'altro che per il lucente fogliame verde scuro è la frangrante Rosa 'Albéric Barbier', simile per molti aspetti a R. 'Emily Gray', salvo che i suoi fiori sono completamente doppi, di un giallo-limone che si stemperano in bianco-crema.
E' riapparsa sul mercato Rosa 'Gardenia' (1899), una bellezza introvabile da decenni . I suoi fiori sono pienamente doppi, in fioritura formano dei cuscinetti di un delicato giallo burro che impallidisce al bianco crema. Profumano di mela. Il fogliame ha tocchi marron. Di forma e Rosa 'François Juranville'dimensioni similari e con un buon profumo sono i fiori di R. 'Francois Juranville, di color rosa gamberetto con fiammature più scure.
Non si può parlare di rambler di wichurana senza menzionare Rosa 'Albertine', tra le aristocratiche del gruppo. I suoi fiori 'disordinati', da semidoppi a doppi, sono di un rosa aragosta con tocchi dorati verso il centro. Nessun arco rustico ne può fare a meno.
Caretteristica dei rambler di wichurana è la comparsa di qualche sporadico fiore in autunno, che deve essere considerato un regalo non un'aspettativa.

Rambler del terzo gruppo

Due eccellenti rambler, che fioriscono a profusione, abbastanza antichi, sono gli ibridi di Rosa sempervirens, una specie che proviene dall'area mediterranea. Il primo è R. Adélaide d'Orléans' (1826), i cui piccoli deliziosi fiori a grappolo sono di un delicato rosa-lilla e profumati. I suoi rami flessibili la rendono ideali per rivestire gli archi. Il secondo è R.Rosa 'Chavy Chase' 'Félicité et Perpétue (1828). Da metà a fine giugno è una cascata di grappoli di fiorellini fitti fitti, che variano dal delicato rosa-lilla al bianco.
Una rosa di cui sono diventato grande estimatore è R. 'Chevy Chase' (1939), un rambler di Rosa soulieana, con molte qualità che lo raccomandano. I grappoli di fiori doppi, a forma di bottoncino, sono di un rosso brillante e con una lunga stagione di fioritura. È molto adatto per archi, obelischi e graticci , ed è anche in grado di scalare alberi.
Provate a far crescere su un muro R. 'Phyllis Bide' (1923). A rigor di termini è un climber, che si comporta però come un rambler a fioritura continua. I suoi fiori di forma irregolare, sono prodotti in grandi grappoli che pendono morbidi, di un colore che è un misto di limone. arancio e cuoio.


Coltivazione

Rosa 'Félicité et Perpétue' su un pero a SissinghurstI rambler non sono esigenti in fatto di nutrienti ma sono più generosi in un suolo fertile, ben drenato, né troppo acido né troppo alcalino. Come tutte le rose, preferiscono non essere messi a dimora dove già prosperavano altre rose. Quando ciò fosse inevitabile, bisogna rimuovere circa 30 litri della terra esistente e sostituirla con terra nuova cui si sia aggiunto del buon letame maturo e farina d'ossa. Se le piante sono ottenute da innesto, assicurarsi che il punto di unione tra marza e portainnesto sia ad almeno 2,5 cm ma non oltre 10 cm sotto livello del suolo. Una volta che la pianta si sia stabilizzata, aggiungere una volta all'anno un concime ternario ad alto tasso di potassio.
Anche se alcuni rambler crescono felicemente contro un muro, io preferisco usarli su archi, obelischi e gazebi in zone più aperte del giardino, in cui il loro morbido vigore possa essere utilizzato pienamente, regalando al giardino altezza e colore extra. I rambler generalmente danno il meglio al sole, ma accettano anche il sole a chiazze, condizione che li spinge a salire fino a raggiungere posizioni più luminose. Se si vuole farli salire su un albero, è meglio piantarli a circa 60 cm di distanza dal lato nord del tronco.
Dopo la fioritura rimuovere tutto il legno vecchio e fissare i nuovi getti ai supporti. I più vigorosi sono di solito troppo grandi per la potatura, per cui conviene lasciarli a se stessi, a sviluppare la loro estroversa personalità.
I rambler sono soggetti alle stesse avversità e malattie delle altre rose, anche se la loro natura spesso vigorosa li rende più resistenti agli attacchi... in ogni caso la loro taglia rende i trattamenti molto difficili.
Sia che ricoprano mollemente una pergola o che ammantino un albero, queste piante deliziose e versatili offrono un'alternativa rilassata e di grande effetto rispetto agli schemi formali spesso rigidi solitamente riservati alle rose.

Rosa 'Excelsa'
Climber versus rambler
Quale è la differenza tra climber e rambler? I rambler sono vigorosi, pieghevoli e con un portamento morbido, mentre i climber sono diritti, piuttosto rigidi e difficili da piegare. I rambler fioriscono sul legno della stagione precedente e quindi raramente rifiorenti. I climber fioriscono sulle cacciate della stessa stagione e molti dei più moderni - arbusti veramente vigorosi - fioriscono in continuazione. I rambler hanno solitamente foglie più piccole rispetto ai climber e fiori a grappolo. I climber hanno in genere fiori più grandi e dritti sullo stelo.

Peter Beales è un rosaista e un rodologo, autore di diversi libri sulle rose e Presidente della Royal National Rose Society