Calle:
bianche o colorate


testo e foto di Didier Willery
(L'Ami des jardins gennaio 2006)

traduzione di Mariangela Barbiero

Le calle non passano mai di moda.
Meglio, si adattano alla rivoluzione dei gusti e adottano colori seducenti.
Tuttavia non fidatevi: non tutte si coltivano alla stessa maniera.

 

 

 

Il fiore delle calle (Zantedeschia aethiopica) è formato dalla spata (a forma di cappuccio rovesciato) e da una colonnetta gialla (lo spadice). La spata è una foglia modificata, e questo spiega la sua grande longevità.

 

 

 

 

 

 


 

 

Il segreto per coltivare le calle? Terreno umido e ricco, con esposizione soleggiata e soprattutto protetta dal freddo (nella foto a fianco in compagnia di bocche di leone).

 

 


La calla bianca è un fiore popolare, che si incontra tanto in campagna come in molti giardini. I grandi ciuffi sono l'orgoglio dei loro proprietari. Non subiscono ancora la concorrenza delle numerose e recenti varietà a fiori colorati, che trovate dai fioristi alla moda e che offrono bellissime tinte: rosa, salmone, arancio, avorio, o quel magnifico "nero cioccolato" così chic (e costoso!).

 

 

Colorate, ma freddolose?
Disponibili presso tutti i fioristi perchè si mantengono a lungo in vaso, le calle figurano anche su tutti i cataloghi di vendita per corrispondenza e nei vivai. Tuttavia, non sempre si vedono nei giardini... Saranno più difficili da coltivare? In effetti non hanno le stesse esigenze, in particolare la stessa resistenza al freddo. Una volta ben assestate con le radici tuberose affondate in profondità, le calle bianche sono al riparo dal gelo. Mentre una giovane pianta va di norma protetta, dopo qualche anno forse non ce ne sarà più bisogno.

Dal canto loro, le calle colorate sopportano male le basse temperature, però una volta interrati i tuberi possono resistere a freddi di breve durata, mentre invece sono molto suscettibili al marciume, che li fa spesso sparire. Ad ogni modo, se queste radici passano un inverno a temperature inferiori a 12°C, non preparano fiori per l'estate seguente. La coltivazione di queste calle in piena terra non è dunque possibile che in alcune zone del nostro territorio... Per contro, è possibile coltivarle in vaso: sono allora più facili da proteggere in inverno, e più facili da 'riscaldare'. Un vaso in plastica nera o in lamiera zincata fornisce più facilmente il calore necessario allo sviluppo e all'induzione fiorale.

L'attrattiva del fogliame
Molti credono di superare questo problema acquistando 'Pink Mist' o 'Green Goddess', due varietà colorate (rosa tenero e verde) della Zantedeschia aethiopica.
Non è così: entrambe si mostrano più delicate della specie e sono più adatte alla coltura in vaso. Se tuttavia desiderate delle 'calle' belle e senza complicazioni, non possiamo che consigliarvi caldamente gli Arum a foglie screziate: A. pictum e A. 'Chameleon', molto simili ma appartenenti a un genere botanico a sé stante. Anche se i fiori sono abbastanza insignificanti, le foglie sono preziose perché presenti per tutto l'inverno e recisi in vaso per diverse settimane.

Mi hanno offerto una calla in fiore in dicembre...
Tenetela in una stanza luminosa, ma non troppo calda (una veranda a 15-18°C è ideale, o sennò il bagno, se è luminoso). Mantenete il substrato umido per tutta la stagione di fioritura (3 o 4 annaffiature alla settimana), e aggiungete concime liquido per piante fiorite ogni 15 giorni. Quando le foglie cominciano a ingiallire, riducete le annaffiature a una volta alla settimana, fino a metà febbraio. In seguito, agite in base al tipo di pianta che avete acquistato.
Calla bianca: lasciate asciugare la terra per 2 o 3 settimane, poi, verso metà marzo, svasate la pianta e mettetela in un vaso con nuova terra umida. Annaffiate poco fino all'apparizione dei nuovi germogli, poi un po' di più aumentando al massimo la luce. Portatela fuori se fa bello, ma attenzione alle gelate, sempre possibili di notte. Dopo la metà di maggio, ripiantatela in giardino, in un terreno fresco d'estate. Annaffiatela regolarmente per mantenere la vegetazione attiva durante tutta la sua prima estate affinché si installi in profondità. In novembre, una volta che le foglie si ingialliscono e decompongono, proteggete il ceppo con un adeguato strato di foglie tenuto fermo da una campana di plastica o di vetro o con due tegole inclinate a mo' di tetto.
Calla colorata: quando restano una o due foglie, cambiate tutto il substrato e tenete il vaso ben umido, al caldo. La vegetazione riprenderà molto presto e bisognerà adottare nuovamente un ritmo regolare di annaffiature e concimazioni. Dovrebbe rifiorire a fine primavera o a inizio estate. A partire da giugno, mettete il vaso all'esterno, al sole, ma riportatelo dentro in settembre. Lasciate poi che la terra si asciughi a una temperatura di 12°C, almeno.

All'acquisto
I rizomi saranno disponibili sui cataloghi primaverili di vendita per corrispondenza o nelle giardinerie, tra i bulbi estivi. Si trovano anche piante fiorite da tenere così come sono, in attesa della bella stagione per piantarle (aprile o maggio).

In piena terra
Offrite loro una terra consistente e ricca di humus. Dovrà essere fesca durante tutta la stagione vegetativa. Se si secca d'estate smettono di fiorire e perdono tutto o in parte il fogliame, per ributtare in settembre con le nuove piogge.

Le annaffiature
Adorano l'acqua. Si può d'altronde metterli in una vasca in primavera e in estate. Preferiscono tuttavia restare al secco durante il periodo di riposo.

La concimazione
Più la terra è ricca, più germogliano e fioriscono. Attenzione all'eccesso di concimazioni azotate che favoriscono il fogliame a scapito dei fiori. In piena terra, completate l'apporto di concime con cenere di legno, ricca in potassio che favorisce la fioritura.

In vaso
Sconsigliato utilizzare vasi troppo grandi, meglio rinvasare regolarmente le piante durante la loro crescita, aumentando il diametro di 3-4 cm ad ogni rinvaso. Preferite la plastica, che trattiene meglio l'umidità. Optate per un composto di terriccio universale, terra argillosa e torba bionda in parti uguali.

D'inverno

Smettete annaffiature e concimazioni da metà ottobre e lasciate appassire le vostre calle. Al primo pericolo di gelate, ricoverate i vasi in garage/cantina/ripostiglio, ecc., al riparo dal gelo. Cominciate a bagnarle in marzo, poi fornite un po' più di luce quando spunteranno i primi germogli. Non appena le prime foglie saranno sviluppate, rinvasate e rinnovate il terriccio.

 

4 nostre scelte provate per voi


Fiore

Grande spata bianca, da 7 a 15 cm di diametro secondo le varietà, con al centro uno spadice giallo oro.
Altezza
Da 0,40 a 2 m a seconda delle varietà.
Rusticità
Eccellente in alcune varietà come 'Crowborough', (fino a -10°C), variabile e più aleatoria in altre.
Terreno
Consistente (argilloso), ricco in humus, umido d'estate.

Il nostro consiglio
Sempre di moda, resta il più elegante e si sposa a tutti gli stili di giardino, da quello informale a quello architettonico.

 


Fiore
bianco, leggermente macchiato di verde alla base, spadice dorato.
Altezza
Circa 1,20 m per una pianta di 3-4 anni.
Rusticità

Media; la pianta gela tra -5 e -10°C.
Terreno
Piuttosto argilloso, ma alleggerito dalla torba se lo volete coltivare in vaso.

Il nostro consiglio
Affascinante ed imbattibile il fiore reciso: può durare 3 mesi in vaso.

 



Fiore

Stretto, allungato, avorio, giallo, arancio, nero, e di molti altri colori.
Altezza
Da 30 a 80 cm a seconda delle varietà e dell'età della pianta.
Rusticità

Scarsa: le radici hanno bisogno di almeno 12°C per passare l'inverno senza danni.
Terreno
Leggero: ricco di humus, sempre umido salvo durante il periodo di riposo.

Il nostro consiglio
Molto bello, ma la coltivazione è delicata se non si ha una serra o una veranda.

 

 

 

Fiore
Verdastro, con spata allungata in punta, e fogliame variegato, di non grande interesse. Ma i frutti rossi (tossici) in agosto sono interessanti.
Altezza
Da 30 a 50 cm, formano grandi ciuffi o si espandono a formare un tappeto.
Rusticità

Eccellente: le foglie non vengono danneggiate da gelate di -10°C.
Terreno
Comune, argilloso, ricco. Può diventare infestante in suoli freschi e sabbiosi.

Il nostro consiglio
Eccellente, è una delle migliori piante per il giardino d'inverno.