Danese di fatto, inglese d'ispirazione

testo di Ulla Hårde, scrittrice e giornalista svedese
fotografie di Pernilla Bergdahl


(The Garden Dicembre 2013)

traduzione di Mariangela Barbiero

Uno splendido giardino in Danimarca, il cui stile è ispirato
ai classici giardini inglesi ma con uno speciale fascino nordico
.

In tarda estate il giardino danese dell'editore Claus Dalby esibisce bordure a temi cromatici, in audaci combinazioni. Le vistose teste rosa dell'Echinacea purpurea 'Magnus' ondeggiano al vento insieme alle nuvole viola del Thalictrum e alle teste blu metallico dell'Eryngium × tripartitum. Siepi formali costituiscono lo scheletro del giardino e sono una parte fondamentale del progetto dell'architetta paesaggista Jane Schul.

Il Giardino di Claus

Indirizzo: Østre
Skovvej 1, 8240
Risskov, Danimarca;
claus@klematis.dk;
Dimensioni: circa 4.200 metri quadrati (1 acro);
Tipo di suolo: calcareo argilloso;
Caratteristiche: giardino di ispirazione classica con siepi, topiaria, alberi allevati in varie forme, fioriture a tema cromatico, che si sviluppa attorno a una casa del 1908;
Esposizione
: rivolto a est, con la zona a bosco a sud; a 400 m dal mare;
Visitabile: aperto poche volte l'anno; consultare il blog di Claus Dalby:
www.clausdalby.dk

 

La struttura del giardino fu ispirata dalla casa in stile neoclassico, costruita nel 1908. Siepi formali di tasso e carpino formano stanze, 'viste' e viali che attraversano parterre dai colori esuberanti.

Claus Dalby, editore danese, autore, fotografo e giornalista radiotelevisivo, ha iniziato a giardinare 18 anni fa. Dopo aver visitato il variopinto giardino di un suo amico artista, scoprì il giardinaggio e la passione per le rose rampicanti, le romantiche clematidi e le bordure erbacee piene di lupini, agli, delphinium, phlox, geranium e dei petali rilucenti di Papaver orientale e Papaver somniferum.
Iniziò da zero, acquistando una delle dimore familiari più suggestive di Risskov, vicino ad Aarhus, dove potè stabilire la sua casa editrice e la residenza per sé e per il suo compagno Jaume. Con la villa erano compresi anche un enorme prato e un'incantevole faggeta. Niente giardino, niente fiori, niente sofisticata arte topiaria: solo una landa di 4.200 mq (circa un acro) terminante in una quieta stradina in discesa. Poi Anne Just, artista e amica giardiniera di Hune (sulla costa nord-occidentale della Danimarca), venne in suo soccorso. «Andiamo in Inghilterra» gli disse. E partirono!
Ebbero la fortuna di vedere alcuni dei giardini privati più entusiasmanti come Sticky Wicket nel Dorset, Bosvigo House in Cornovaglia, e Hadspen nel Somerset. Tutti erano scoppiettanti di colori, con fioriture in successione, molto creativi. Claus era eccitato. Aveva visto il tipo di giardino che desiderava, con i suoi colori preferiti e in grado di rimanere interessante tutto l'anno. Ritornò a casa ed eliminò il prato.

Una bella bordura a tema di colore con tulipani viola e arancioni piantati tra alte Fritillaria imperialis arancioni, il tutto sotto un acero giapponese dalle foglie rosse.

 

La progettazione

La struttura del giardino fu disegnata alla fine degli anni Novanta del secolo scorso dall'architetta paesaggista Jane Schul la quale, ispirata dall'elegante casa neoclassica con il suo frontone triangolare, il cornicione, i fregi e il tetto a padiglione, modellò le siepi di tasso e di carpino in uno stile formale. Scendendo lungo il sentiero tortuoso, le siepi di tasso creano stanze protette, 'viste' e passeggiate zigzaganti. Le siepi di carpino delimitano il giardino lasciando uno spazio aperto nella zona vicina al bosco. Qui, Claus ha creato un rado boschetto con fioriture precoci: i gialli Eranthis hyemalis sono seguiti da bucaneve, ciclamini primaverili, crochi, ciuffi di Erythronium color giallo zolfo e da ibridi di elleboro bianchi, rosa e viola.
Alcune zone del giardino primaverile esibiscono incantevoli onde blu di Chionodoxa luciliae naturalizzate sotto gli alberi decidui, seguite da muscari, giacinti, pulmonarie, Iris reticulata e narcisi bianchi. Claus ama anche i tulipani, e ne pianta a migliaia ogni autunno. Quelli a fioritura tardiva hanno spesso colori forti e scuri nei toni del viola, del nero e del rosso. Per ottenere un insieme spontaneo, getta i bulbi direttamente sul terreno prima di piantarli. I tulipani abbondano nelle bordure dove crescono, si sviluppano e poi scompaiono tra annuali e perenni. Claus tiene anche tulipani in vaso - ve ne sono molti - in bella mostra all'entrata della casa e come forte segnale di benvenuto lungo il viale. «Qua» dice «possiamo tutti godere dell'apertura ufficiale della primavera».
Il giardino principale si suddivide tra parte bassa e parte alta. Traendo ispirazione da Gertrude Jekyll, Claus ha creato zone a temi cromatici; ce n'è una in bianco e giallo verso il fondo, altre in rosa, viola e porpora, e in giallo, arancione e rosso. Da Piet Oudolf ha imparato invece ad accostare piante di forme e tonalità diverse, creando "compagne di bordura", abbinando l'ariosità della rosea Verbena hastata alla Monarda didyma 'Elsie's Lavender'. Le spighe viola dell'Agastache foeniculum s'intonano bene con il rosa violetto più scuro delle snelle infiorescenze di Lythrum salicaria.
I flox in tutte le sfumature sono entrati nella top-ten dei suoi preferiti nella creazione delle bordure.

Gradini e archi, fino ad un'urna quale punto focale, creano un'intrigante passeggiata nel giardino bianco con le bianche ortensie, l'argenteo Helichrysum petiolare
e le glauche hoste.
La piscina circolare è circondata da dozzine di piante in vaso.
Ovunque vasi di piante;
Claus le usa ogni volta che
può per valorizzare il giardino.

Rodomania




In primavera i tulipani rallegrano magnificamente le aiole di Claus
immerse nel fresco verde delle nuove erbacee

Gradualmente, man mano che le sue conoscenze aumentavano, Claus ha iniziato a riempire il resto del giardino di rose antiche, come la seducente 'Souvenir du Docteur Jamain' di un rosso vellutato, la 'Rose de Rescht' di un rosso fucsia molto luminoso e la 'Ferdinand Pichard' con i fiori rosso carminio variegati di bianco, associate a rose di David Austin come la 'Cottage Rose' dal rosa tenue, la 'William Shakespeare' dall'intenso porpora, la 'Heritage' dal rosa più delicato che ci sia. Un buon numero di rambler e climber (per saperne di più clicca qui) si sono fatte strada su e giù per muri e recinzioni del giardino; una delle sue favorite è la 'Constance Spry' con i suoi grandi fiori di un rosa luminoso e dal profumo di mirra.
Da quando ha iniziato, Claus ha affinato il suo giardino. È sempre avido di trovare nuove, sorprendenti ed emozionanti varietà. Quindi si è liberato della piscina dove ha creato un giardino incassato con carpini topiati. Il disegno originale con siepi di tasso che arrivavano fino in fondo al giardino è stato modificato, con l'introduzione di nuovi sentieri che creano viste sul bosco, sul tempio e sulla colombaia. Benché Claus Dalby sia un editore a tempo pieno e gran lavoratore, il giardino è la sua ragione di vita, così tra marzo e novembre si fa aiutare da quattro giardinieri part-time. Scrive anche libri di giardinaggio e fa viaggi in Gran Bretagna, Olanda, Danimarca, Norvegia e Svezia scattando foto e stringendo amicizie con giardinieri appassionati come lui. Ogni giorno racconta sul suo blog la meraviglia di essere un giardiniere plantocentrico. Claus, comprensibilmente, si ritiene un uomo fortunato.

Un vialetto fiancheggiato da Nicotiana sylvestris,
soavemente profumata, conduce dalla casa
al giardino incassato: un luogo isolato
protetto da carpini topiati.
Claus Dalby non poteva non avere piante in vaso; qui c'è un gruppetto
di dalie rosa, echinacee
e petunie viola.